Blog: http://letterediwerter.ilcannocchiale.it

innanzitutto grazie a tutti quelli che hanno speso una parola buona nei miei confronti. ho molto apprezzato.
passando ad argomenti più leggeri: oggi girando per il centro vedo una bella scritta sul muro: + bamba, - caramba;  affiancato ad una a cerchiata, il simbolo dell'anarchia.
m'è tornato in mente un po di quello che mi son studiato sull'anarchia e un po ho sorriso: bakunin, le prime internazionali socialiste, la comune di parigi.
l'anarchia è un pensiero fondamentalmente ottimista che vorrebbe che fossero gli uomini ad auto-amministrarsi, senza alcun vincolo o gerarchia. insomma via leggi scritte, parlamenti, elezioni, organi statali di qualunque tipo e genere. fantastico. verrebbe furi il governo del più forte. l'impunibilità, la smania di potere e di possesso e il mondo intero con cui giocare sono un mix esplosivo che solleticano la natura umana e risvegliano la bestia che è in noi. proviamo ad immaginarci un anno durante il quale ognuno può far uel che più gli aggrada senza poi subire alcun tipo di conseguenza. io credo che dopo il 365° giorno forse è rimasto qualche cristiano ben nascosto da qualche parte, forse. ovunque sarebbe il caos. bello sarebbe in effetti se non ci fosse bisogno di regole e sovrastrutture. sarebbe bello ma non saremmo umani. noi abbiamo bisogno di controllarci e che ci sia qualcuno che para le spalle al più debole. è la nostra natura animalesca che ce lo impone. perciò bast con ste a cerchiate del ciufolo che impecionano i muri, basta con lettere minatorie e bombe agli uffici di polizia. si, lo abbiamo capito che siete pochi ma ben attrezzati, ma non ce ne frega nulla. nel momento stesso in cui regnerà l'anarchia saranno i suoi stessi membri a rendersi conte dell'errore che compiono

Pubblicato il 3/6/2007 alle 0.30 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web